Modifiche al Paracarene

Difficoltà: facile
Attrezzatura: di base

Come rendere più efficace il paracarene GIVI/Kappa

immagine

Il paracerena GIVI/Kappa per TA 600 ha subito negli anni delle modifiche nei fissaggi superiori, l'ultima versione tuttora in vendita non è più fissato direttamente al supporto dei radiatori, ma viene fermato con un particolare attacco a U che in caso di caduta rischia di far scivolare il paracarena stesso rendendo quasi inutile la sua funzione.

Per questo motivo è bene provvedere ad una semplice modifica.

Vediamo dove è il problema, a paracarena installato tutto sembra robusto e ben fatto

immagine

Ma se apriamo la placca di supporto vediamo che i due tubi non hanno alcun fissaggio che gli impedisca, in caso di urto di non scivolare e quindi permettere alla parte esterna quella protettiva di urtare le carene

immagine

La nostra idea è stata quella di fare due fori e mettere due semplici viti che fissino in modo solidale i tubolari alle loro piastre.

immagine

Se il lavoro viene fatto con il paracarene montato conviene mettere due robuste autofilettanti, se invece si smonta o si ha più spazio per agire (nel nostro caso la forcella era smontata per manutenzione) conviene mettere due viti passanti, attenzione però a fare i fori ben allineati.

A lavoro finito il risultato sarà questo.

immagine

Come si vede, ora in caso d'urto al forza viene trasmessa al supporto, a tal proposito il supporto ha su entrambi i lati circa 1cm di spazio prima di toccare lateralmente il trave discendente del telaio,

paramod5

se si vuole essere premurosi è meglio inserire in questo spazio indiato dalle frecce rosse
uno spessore (basta un dado M10 incollato o nastrato) in modo che il supporto rimanga ben fisso anche in caso di urti più consistenti.


Un grazie particolare per queste pagine a Giorgio B.

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 24813