Forcella

Tutti i problemi legati alla sospensione anteriore

Vedi anche la sezione fai da te.

Rumore dalla forcella

Di solito se accompagnati da instabilità e sbacchettamenti dello sterzo probabilmente il rumore è dovuto al cuscinetto di sterzo mal regolato o molto usurato vedi apposita sezione. Se invece non vi sono altri sintomi o giochi tra forcella e steli (alquanto rari) ed il rumore evidente soprattutto in fuoristrada può essere normale ed è dovuto probabilmente alla piccola molla di ritorno che con sospensione schiacciata è libera di giocare nella sua sede e crea qualche rumore di troppo, capita soprattutto ai modelli più vecchi. Per ovviare a volte basta un olio forcella più denso che ne limita il movimento, oppure non stare ad ascoltare il rumorino.

Forcella troppo morbida

Chiunque abbia letto una prova del Ta tra i difetti è presente da sempre l'eccessiva morbidezza della forcella. A dire il vero qualcosa negli anni è cambiato in particolare dal 96 vengono utilizzate molle migliori ma un idraulica più difficile da accordare così come sono spariti i pratici tappi per lo scarico olio.
Questo difetto pregiudica anche la sicurezza di marcia in quanto nelle frenate più violente per effetto dello schiacciamento forcella la ruota posteriore tende a alleggerirsi con uno sbilanciamento del peso e a perdere aderenza con frequenti pericolosi bloccaggi. Se avete intenzione di farci un po' di km vale davvero la pena metterci mano magari con due efficaci molle progressive.
Sostituzione molle: L'operazione migliore consiste nella sostituzione delle molle con altre più rigide, in particolare le molle progressive su una forcella semplice e priva di regolazioni permettono di abbinare un ottimo comportamento stradale al confort in strada e fuoristrada, caratteristica che una molla convenzionale non sarebbe in grado di garantire. Nella pagina accessori trovi marche modelli e costi.
Spessori molle originali: soluzione economica ma abbastanza efficace consiste nell'utilizzo di spessori o particolari tappi per precaricare la molla (possono essere anche semplici rondelle (di diametro ext 36 molate a 35.5mm) da inserire tra tappo e molla. Di solito basta 1cm per ottenere un miglioramento.
Olio più denso: un olio più denso permette di aumentare il freno in compressione quindi la forcella in particolare nelle staccate violente affonda più lentamente. Per essere efficace va abbinato agli spessori. A titolo puramente indicativo l'olio originale dei modelli fino al 95 dovrebbe avere gradazione W7.5 (molto liquido) e su questi modelli ci si può spingere fino ad un 20W. Sui modelli successivi l'originale dovrebbe essere un 10W e già con un 20W la forcella tende a essere eccessivamente legnosa. Altre info le trovi nelle pagine correlate.
Maggior quantità di olio: Aumentando la quantità di olio diminuisce quella di aria (comprimibile) ma probabilmente anche la corsa utile della forcella. Qualcuno anziché i canonici 125mm inserisce olio fino a 120, pare funzioni.
Pressione aria nella forcella: Alcune moto come l'Africa Twin ne sono dotate in origine, il Transalp no ma nessuno vieta di sostituire i tappi originali o adattarli in modo da poter pompare aria all'interno della forcella, in teoria se non si esagera (0.5-0.7 Atm) i benefici dovrebbero esserci.

Forcella legnosa poco scorrevole

Potrebbe trattarsi delle boccole di scorrimento usurate che richiedono una profonda revisione della forcella. Se invece la forcella è in buone condizioni potrebbe solo trattarsi di un olio troppo denso o di troppo olio nella forcella. In particolare sui modelli dal 96 in poi un olio denso (oltre 20W) provoca un evidente e fastidiosa perdita di scorrevolezza. Oli non sintetici risultano poco stabili con la temperatura, se il difetto emerge nel periodo freddo sostituisci l'olio con uno sintetico (sempre e comunque consigliato).

Perdita olio forcella

Dovrebbe essere ai primi posti invece è un caso rarissimo sulla Transalp i paraolio durano anche più di 100.000Km. Se perdono vanno sostituiti aprendo completamente la forcella.

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 20894