Sospensione posteriore

I problemi del monoammortizzatore

Sospensione posteriore cedevole

La sospensione posteriore del Transalp ha la possibilità di essere regolata nel precarico molla per adeguarla al peso del passeggero e degli eventuali bagagli. Non è un operazione molto agevole.
Avvitando le ghiere si comprime la molla e quindi si aumenta il sostegno. In due con bagagli si arriva facilmente al massimo della compressione, attenzione però, più la molla è caricata più l’idraulica lavora e la moto con il solo pilota tenderà a rimbalzare sulle buche.
Se nonostante questo la moto rimane “seduta” vuol dire che la molla è snervata. Premesso che una molla di buona qualità non dovrebbe mai snervarsi mentre sui Ta (in particolare i 600) pare succeda con una certa frequenza, vediamo cosa poter fare. Se la parte idraulica è ancora buona (vedi caso successivo) può essere sostituita la sola molla (ottima quella della Hiperpro) viceversa bisogna cambiare tutto il mono. Sul modello 650 vi è anche una regolazione del freno in compressione che può aiutare. Regolatela su Hard.

Continua a leggere

Tachimetro

guasti al contakilometri

Il tachimetro non funziona

Capita con una certa frequenza che di punto in bianco il tachimetro contakm smetta di funzionare. Le cause possono essere in ordine di probabilità:

Continua a leggere

Turbolenze

Fastidiose turbolenze all'altezza di spalle e casco.

Spesso si sentono lamentele per le turbolenze e rumorosità aerodinamiche. Questo può dipendere dal casco e per quello basta provarne uno differente, ma può anche dipendere dalla aereodinamica della moto e varia a seconda del plexiglass che si monta.
Anzitutto, distinguiamo i due differenti disturbi:

Continua a leggere

Vibrazioni

Possibili fonti di vibrazione

La Transalp non è certo priva di vibrazioni, la tipologia stessa del motore genera pulsazioni e vibrazioni in particolare attorno ai 5000 giri, che però anche nei lunghi tragitti non devono risultare fastidiose.

Continua a leggere

Perni carene

Rottura dei perni di fissaggio delle carene

Perni carena rotti

Capita abbastanza frequentemente sulle carene anteriori nel punto in cui si incastrano sul serbatoio, nelle apposite asole.

Continua a leggere

Problemi vari

Come ci è stato più volte contestato, questo sito contiene poche informazioni relative all'ultimo Transalp 700, non ce ne vogliano i possessori ma non è dipeso da una nostra volontà ma molto più semplicemente da un insieme di motivazioni: la prima è che la versione 700 é "rimasta in vita" solo pochi anni mentre per le 600-650 (molto più simili di quanto sembri) abbiamo avuto ben trent'anni per sviscerare in ogni minimo dettaglio, seconda cosa, nessuno dei personaggi che negli anni ha contribuito ad arricchire questo sito è passato alla Transalp 700 (in genere si sono tenuti le versioni precedenti o passati a mezzi più prestanti) e ultima ma non ultima con la 700 è arrivata l'iniezione elettronica, quindi estremamante differente dai vecchi carburatori e da un impianto elettrico estremamente basico. Detto questo per quanto riguarda i problemi ciclistici-freni-telaio vale quanto scritto per tutti i modelli visto che sono simili (modelli con ABS esclusi) cambia sostanzialmente per motore e impianto elettrico, vediamo qui di elencare alcuni dei problemi noti riscontrati, altri li trovate nelle pagine seguenti:

Continua a leggere

Iniezione / accensione

Anzitutto come funziona l'iniezione detta closed loop?
Una pompa posta nel serbatoio mette in pressione il carburante e lo invia ai due iniettori. 
Una centralina elettronica dosa le aperture degli iniettori in base ai parametri ricevuti dai seguenti sensori posti sul motore:

  • CMP - Fase albero a cammes (per iniettare al momento opportuno).
  • TPS - Apertura gas (per capire quanta potenza si stà richiedendo).
  • ECT - Temperatura motore (per arricchire la carburazione a motore freddo).
  • MAP - Pressione assoluta collettori di aspirazione
  • IAT - Temperatura aria (solitamente posto nella cassa filtro)

Continua a leggere

Indicatore carburante

Indicatore livello carburante

Un problema riscontrato molto frequentemnte è relativo al malfunzionamento dell'indicatore carburante che, anche a chilometraggi bassi, smette di funzionare o funziona in modo intermittente. La causa risiede nel galleggiante posto nel serbatoio.
Il foro, fatto nella plastica, dove ruota l'astina del galleggiante si deforma, l'asta si sposta e non permette più il contatto elettrico sulla pista del potenziometro.

Continua a leggere