Regolatore TA650

Difficoltà: medio
Attrezzatura: in dotazione
Attrezzatura speciale: Saldatore Stagno, Morsetti faston, Spezzoni di filo da almeno 1.5mmq rosso verde e giallo

Come sostituire i guastabili regolatori del transalp 600 con i più affidabili del 650

Nonostante il regolatore a Mos-Fet del transalp 700 sia il più indicato da montare sui vecchi 600 (e su molte altre moto) è anche difficile da reperire, quindi grazie all'amico Antonio abbiamo realizzato questa pagina che illustra come adattare quello ben diffuso ed economico del Transalp 650. Posizionandolo nell'alloggiamento originale dove sta alla perfezione, essendo molto compatto come si vede dalla foto sottostante.

immagine

Come già detto, trattandosi di un componente estremamente affidabileanche si può tranquillamente acquistare usato, anzi piuttosto di uno nuovo di marca anonima dalla probabile inaffidabilità (c'é veramente in giro della porcheria che dura poche migliaia di Km!)  é opportuno prenderlo usato visto che sarà sicuramente un ottimo Shindengen facilmente riconoscibile per lo stemmino rotondo con all'interno due diodi seguito dalla sigla SH 683-12 (i numeri successivi presenti nella sigla non sono indicativi).

Il problema di questo regolatore é la morsettiera integrata, quindi o si ha a disposizione anche il connettore o bisogna fare un lavoro un po' più complesso. Si può procedere in vari modi dal piú semplice saldando cavi di quello guasto (magari segando parte del connettore per agevolare l'accesso ai morsetti come vedremo) al più complesso ma sicuro utilizzando nuovi fili e morsetti che vedremo.

Se non si saldano direttamente meglio non utilizzare i cavi del vecchio regolatore perché una volta tagliati e completati con i morsetti sono leggermente corti, quindi é opportuno sostituirli procurandosi alcuni spezzoni di cavo di analoga sezione (1.5mmq) e lunghezza almeno 3-4cm in più degli originali, di colore verde, rosso e giallo. Oltre a questo vanno reperiti (in un qualunque negozio di elettronica) i morsetti faston sia maschi (per i connettore a tre vie) sia femmine (per il 4 connettori del più e meno). Questi faston hanno una linguetta sul dorso che li fissa all'interno dei connettori di plastica.

 Per collegarci sul regolatore del 650 troviamo 5 attacchi, tre per i fili gialli che provengono dall'alternatore e due per positivo e negativo.

immagine

Stranamente non c'é il doppio contatto per positivo e negativo come i regolatore del 600 ma questo a quento pare non rappresenta un problema. Per queste connessioni o si saldano direttamente i fili o bisogna procurarsi dei faston più piccoli, da 6mm contro gli 8mm di quelli standard (andate nel negozio di elettronica con i regolatori in mano vi daranno quelli adatti) che garantiscano un ottimo contatto. Lo schema di collegamento è estremamente facile e lo vedete sopra, ovviamente i due fili verdi e i due fili rossi che reppresentano un doppione di sicurezza sul connettore originale andreanno uniti assieme e collegati sul regolatore del 650 come si vede sui due spezzoni pronti per l'installazione: due verdi e due rossi nella morsettiera che sul regolatore confluiscono in un solo morsetto per verde (meno) e rosso (più). attenzione invece ai tre gialli sono le tre fasi dell'alternatore e se pur di colore uguale non vanno per nessun motivo messi a contatto tra loro (a motore acceso ovviamente).

Per realizzare buone connessioni o si possiedono crimpatrici professionali o una volta chiusi con una pinza è necessario saldarli. Ovviamente i più difficili da realizzare sono i fili rosso e verde perché doppi.

 

Ecco i cavi terminati, non ci resta che isolarne bene le estremità e inserirli nella corretta posizione.

immagine

 

 

 

Ora potete considerare terminato il lavoro, montarlo e provare che tutto funzioni, oppure proseguire saldando i morsetti, questo garantisce sia un contatto ottimale che tanti problemi hanno dato visto che si parla di correnti di quasi 30A su un piccolo morsetto, sia che i morsetti non si sfilino mai. Per fare un ottimo lavoro è necessario tagliare un pezzo del connettore in modo da lasciare ben in vista i morsetti, lavoro da farsi anche se si saldano direttamente i fili.

 

Eccoli i morsetti, prepariamoli con una leggera stagnatura:

 

Inseriamo il termorestringente che ci servirà a isolare a fine saldature, innestiamo i morsetti e procediamo con la saldatura, senza insistere troppo col saldatore per non rovinare i supporti di plastica. A fine lavoro controllare che siano ben fissi.

 

A lavoro ultimato Infiliamo i termorestringente a coprire completamente i morsetti, scaldiamo con un phoon ed ecco il lavoro finito.

 

Se vogliamo possiamo ora isolare la morsettiera con altro termorestringente più grosso. Evitare di riempire la morsettiera con silicone o mastici, meglio lasciare tutto libero e ispezionabile.

Non dimentichiamoci di fare un piccolo foro nella parte più bassa della copertura per far uscire eventuale acqua o umidità.

Ora passiamo alla moto: collegate bene due connettori verificando ogni filo che sia ben inserito e che i morsetti faston stringano bene e provate le tensioni di funzionamento

Ora che tiutto funziona non rimane che fissare il regolatore che, come detto, sta esattamente nella posizione dell’originale. Ricordate che il regolatore deve aderire bene al telaio della moto per disperdere il calore per conduzione, serrate bene le viti e NON mettete spessori tra il regolatore e il telaio. Per i modelli con freno posteriore a disco per fissare la vaschetta dell'olio del freno posteriore è necessario inserire un paio di dadi sopra il regolatore prima di inserire la flangia metallica in quanto il regolatore é più "magro" dell'originale.

 

immagine


Grazie ad Antonio A. per questa pagina.

 

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 25759