Strade

I trabocchetti delle nostre strade

    • Nonostante sia un nostro diritto avere strade sicure, oggi più che un tempo ci troviamo a percorrere strade malmesse, buche e solchi e oggi più che mai una moto enduro come la nostra si trova a suo agio anche nella “giungla metropolitana”. Avere un mezzo adatto al fuoristrada é un indubbio vantaggio ma attenzione alle buche soprattutto dopo abbondanti piogge, nelle prime uscite primaverili attenti alla sabbia sui bordi ed in inverno oltre alla sabbia alla brina e ghiaccio.
    • Le strisce pedonali sono un triplice trabocchetto per il motociclista, anzitutto sono molto scivolose e poste in genere nei pressi di incroci e svolte. Con il bagnato bisogna prestare la massima attenzione soprattutto se si sta curvando, velocità bassa e costante evitere di frenare e fare brusche variazione di traiettoria. E' forse uno dei pericoli maggiori per il principiante in quanto in auto raramente si avverte la loro pericolosità perché difficilmente più di una ruota vi transita contemporaneamente mentre in moto la tanuta della ruota é ridotta di un buon 50% soprattutto col bagnato quindi al possibilità di caduta molto elevata. Il secondo pericolo é il pedone che le attraversa, é un suo diritto, nessuno lo nega ma a volte la posizione (dietro un incrocio) e il traffico é tale che anche viaggiando a velocità moderata é difficile percepire il pedone o i pedoni che si apprestano ad attraversarle. Ultimo pericolo, se ci si ferma per dare la precedenza al pedone c'è il rischio che le auto che ci seguono non siano dello stesso parere e non si fermino o peggio non ci vedano. Quindi prima di fermarsi guardate bene nello specchietto, fermatevi in posizione ben visibile meglio a centro della carreggiata in modo che altri veicoli non ci sfilino a fianco andando a investire il pedone che magari ringraziandoci sta attraversando.
    • Le strisce di Gasolio perse da autobus e autocarri sono l’incubo dei motociclisti e per certi aspetti sono imprevedibili. Però con un poco di attenzione si riesce a ridurre le possibilità di incorrere in queste trappole, anzitutto attenzione alle macchie sull’asfalto, seconda cosa “narici aperte” spesso prima della strisciata del gasolio si sente il suo odore quindi se già qualche curva prima sentite odore di gasolio rallentate.... ultima accortezza consiste nel scegliere la giusta traiettoria, in genere se si rimane a centro carreggiata é più difficile trovare il gasolio, in quanto viene “spruzzato” per forza centrifuga quindi sulle curve a sinistra il gasolio sarà prevalentemente sul margine destro, sulle curve a destra troveremo il gasolio nel centro della strada tra le due corsie, quindi come detto evitare la parte esterna della curva anche in questo caso aiuta molto.

 

immagine
  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 8188