Perdita Olio

Capita assai raramente che la moto perda olio, però soprattutto sui modelli più datati l'invecchiamento delle parti in gomma qualche perdita la può provocare. La più diffusa che vedremo dettagliatamente in seguito, riguarda la guarnizione del coperchio testata del cilindro posteriore.
Altri casi possono verificarsi dalla leva del comando frizione o sotto il basamento dall'alloggiamento pompa acqua (da non confondere con l'olio di lubrificazione catena), in entrambi i casi é necessario sostituire il paraolio.

Ma veniamo al caso più diffuso, il coperchio della distribuzione che riguarda solitamente il cilindro posteriore e non quello anteriore, probabilmente perché é meno esposto al flusso d'aria e si scalda maggiormante accorciando la vita della guarnizione, quindi se avete una perdita non è obbligatorio sostituire anche la guarnizione del cilindro anteriore che anzi si é dimostrata molto più longeva. L'operatività é in teoria molto semplice in quanto si tratta di un semplice coperchio ma é resa complessa dalla posizione, qualcuno é riuscito a sfilarla senza asportare il coperchio, ma è veramente difficoltoso ed il rischio che non venga ben posizionata e che crei problemi (ricordiamoci che sigilla il foro della candala e anche lo sfiato dei vapori, una errata collocazione può mandare olio nella sede candela o nelle scatola filtro attraverso lo sfiato dei vapori) quindi se proprio non volete fare il lavoro completo potete provare a sollevare il coperchio  (dopo aver svitato le viti di fissaggio) inserire del sigillante siliconico e richiuderlo magari mettendo degli spessori sotto le viti di fissaggio che sono fatte per comprimere solo fino a un certo punto la guarnizione, quindi inutile serrarle maggiormente, l'unica soluzione é mettere una grossa rondella incollata sotto la vite (incollata perché altrimenti l'olio esce da li) per comprimere maggiormente la guarnizione ormai "cotta".

Il lavoro migliore è ovviamente la sostituzione, magari fatta in concomitanza ad altri lavori come la regolazione valvole o la revisione dei carburatori.

Quindi armati di tanta pazienza i passi da fare per la transalp 600 sono i seguenti (per la 650 può variare un po' ma non molto):

  • Smontare serbatoio
  • Smontare i carburatori (vedi apposita sezione)
  • Svuotare il circuito di raffreddamento (approfittandone magari per sostituire il liquido lavoro da fare ogni 4-5 anni per evitare diventi corrosivo)
  • Rimuovere il tubo superiore di raffreddamento e sfila il beccuccio cromato innestato sulla testa e fissato da una piccola vite (procuratevi la sua piccola guarnizione perché è indispensabile e non si tratta di un semplice OR)
  • Smontare tutto quanto ostacola (supporto ai box, cavi candele tubo sfiato, tubi vari ecc.ecc.)

Ora vi trovate tutto libero, svitate le due viti di fissaggio del coperchio (una é un po' faticosa essendo coperta dal telaio) ed ora la magia: prendi il coperchio alzalo e sollevalo posteriormente ruotandolo un po' in avanti, spostalo un po' verso destra ed alza la parte sinistra del coperchio sempre sollevando maggiormente nella parte posteriore, il coperchio esce passando oltre la catena di distribuzione.

guartete1

 

guartete2

Il più é fatto... pulisci bene, controlla le valvole (non ti capiterà mai più di averle così sottomano!) se vuoi metti un filo di pasta per guarnizioni, molto meglio quella rossa che rimane più elastica sigilla bene senza incollare, rimonta il coperchio facendo le acrobazie inverse a quelle fatte per estrarlo.

Il gioco é fatto, rimonta tutto e buona strada, se metti la guarnizione originale per altri 25 anni sei a posto! :-).

Grazie a Dundo e Remo per le foto e i dettagli.

 

 

quindi in ordine é necessario smontare

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 3279