La manutenzione del mese

  • Gomme

    Inizia la stagione fredda umida... e scivolosa... Come stanno le tue coperture? Controlla lo stato del battistrada, la corretta pressione, se la usi prevalentemente in città e non su lunghi percorsi autostradali puoi tenerla un pochino più bassa questo...

    Leggi tutto...

Stampa

Controllare i cuscinetti sterzo

Difficoltà: media
Attrezzatura: di base

Come controllare, regolare, ingrassare i cuscinetti di sterzo

In questa pagina vedremo:


  • CONTROLLO

  • REGOLAZIONE

  • INGRASSAGGIO

CONTROLLO


Da eseguire ogni 12.000 km (secondo manuale).
Per farlo è fondamentale avere la ruota anteriore completamente sollevata.
Posiziona la moto sul cavalletto centrale (se ce l'hai) e tramite un cric o degli spessori messi sotto il motore o del peso messo sul bauletto posteriore, fai in modo che la ruota anteriore si sollevi.

immagine



Se non hai il cavalletto centrale devi trovare qualche sistema per rimpiazzarlo tipo così:

immagine

 


  • Cuscinetti usurati?

  • Muovi il manubrio da destra a sinistra da fine corsa a fine corsa lentamente.
    A ruota sollevata possono essere percepite tutte le ruvidità e le ammaccature dei cuscinetti.
    Soprattutto controlla che, quando il manubrio passa per il centro, non ci sia una specie di scalino, una specie di "invito" a tenere il manubrio dritto. Sembra quasi fatto apposta ma in realtà a cuscinetti nuovi tale "invito" non c'è ed è dovuto all’usura delle piste del cuscinetto in quanto la moto viaggia prevalentemente con lo sterzo al centro.

     

  • Cuscinetti troppo serrati o non ingrassati?

  • Se muovendolo a dx-sx risulta duro e poco scorrevole ma senza particolari impuntamenti e se ciò non è causato da impedimenti e resistenze di cavi e tubi è sintomo di cuscinetti troppo serrati oppure non lubrificati.
    Naturalmente non si serrano da soli per cui se non sono stati toccati probabilmente saranno da ingrassare oppure rovinati (verifica bene non ci sia lo scalino quando lo sterzo è dritto). Altro sintomo è la moto che non va dritta, che lasciando lo sterzo tende sempre da uno o l’altor dei lati, che fatica a inserirsi in curva ed è ostica da guidare in città.

     

  • Cuscinetti allentati?

  • Mettiti di fronte alla moto. Accucciati e afferra la fine di entrambe le forcelle con le due mani.
    Spingi e tira avanti e indietro e controlla che non ci siano dei giochi. Stai attento che i giochi che senti non siano dovuti ad altri movimenti tra la moto e cavalletto o tra il cavalletto e terreno oppure da movimenti interni degli steli della forcella ecc. ecc. altro sintomo, dovresti avvertire una sensazione di elasticità e imprecisione dello sterzo lasciandolo a basse velocità si innesca uno sbacchettamento.
    immagine

 

REGOLAZIONE


Alle volte, prima di operare la sostituzione, può essere sufficiente una buona regolazione pulizia e ingrassaggio per risolverne i problemi. I cuscinetti a sfera (montati nei modelli dal 1996 in poi) hanno particolare bisogno di essere regolati. Stringendo appena i cuscinetti si possono eliminare i giochi formatisi, anche se, la sostituzione con quelli a rulli tronco-conici rimane la soluzione ottimale, mentre sui modelli più vecchi (prima del 96) dotati dei resistenti cuscinetti dopo diversi anni può essere necessario ingrassarli.

Attrezzi necessari:
- chiave per corone dentate (un martello e cacciavite "sacrificale" a taglio o cacciaspine possono sostituirla egregiamente)
- chiave da 12.
- chiave da 30

immagine

 


  1. svitate le viti del manubrio e posizionate il manubrio in modo che non sia d’intralcio alle fasi successive.

  2. immagine

  3. Svitare il dadone da 30.

  4. immagine

  5. Allentare (non serve toglierli del tutto) i 4 bulloni da 12, due da una parte e due dall’altra, che fissano la piastra superiore agli steli delle forcelle.

  6. immagine

  7. Segnate con un pennarello la posizione iniziale della ghiera in modo che possiate controllare di quanto serrate o allentate ed in modo da poter ritornare sempre al punto di partenza. Se volete ingrassarli è il momento di leggere qui sotto come fare)

  8. Se dalla fase di controllo avete riscontrato di avere i cuscinetti allentati, con un punteruolo o un cacciavite facendo attenzione a non rovinare il parapolvere battete leggermente sulla ghiera in modo da avvitarla procedendo a intervalli di massimo 1/8 – 1/4 di giro. Basta poco, non esagerate!

  9. immagine

  10. Ora serrate bene (8 – 12 kgm) il dado da 30 e verificate che il manubrio si muova libero e il gioco sia sparito.

  11. Deve avere un movimento non eccessivamente libero, deve essere pastoso ma non duro, “lanciandolo” con un copletto a dx e sx deve arrivare a fine corse ma senza “sbattere”.
    Se fosse duro o ancora con del gioco tornate alla fase precedente e avvitate/svitate la ghiera (il riferimento segnato con il pennarello serve proprio per non “perdersi” in questa delicata fase.
    Attenzione ricordati che, oltre alla ghiera, serrando il dado da 30, lo sterzo tenderà ad indurirsi. Quindi la verifica va fatta per tentativi e sempre e solo dopo aver serrato il dadone.
  12. Se è tutto ok, avvitate i 4 dadi che fissano gli steli senza stringerli troppo (2.4 – 3 Kgm) e soprattutto serrando le due copie uniformemente in più fasi, viceversa si rischia di rompere la piastra.

  13. Se lo avete spostato, riposizionate il manubrio e fissate i suoi 4 bulloni (2.2 – 3 Kgm).

  14. Provate con cautela la moto.

 

INGRASSAGGIO


Non è cattiva norma eseguirlo contemporaneamente alla regolazione e comunque ogni 3 o 4 anni, più frequentemente se si usa la moto spesso in fuoristrada, con la pioggia, se viene rimessata all’aperto o la si lava spesso (magari la deleteria pulivapor). Fondamentale essere in due altrimenti si fatica molto ed avere la moto sul cavalletto centrale o in posizione stabile con la ruota anteriore sollevata qualche cm.
Usate solo grassi solidi (non spray) al litio (non vengono lavati via dall'acqua) di ottima qualità.


  • Partendo dalla fase 5 della regolazione, dopo aver segnato la ghiera (molto importante) sfilate la piastra o sollevatela dello spazio sufficiente per allentare la ghiera. Mentre con un punteruolo/cacciavite allentate la ghiera (occhio sempre a non rovinare il parapolvere) se la ruota anteriore è sollevata la forcella “cadrà” in basso lasciando lo spazio sufficiente per ingrassare il cuscinetto inferiore.

  • immagine

    Se fosse molto impastato pulitelo con un pennello e benzina, aspettate sia evaporata e ingrassatelo bene.
  • Quello superiore invece nascosto appena sotto il parapolvere basterà farlo scorrere lungo il canotto per ritrovarselo “in mano” o se non fosse impastato per sollevarlo leggermente e ingrassarlo bene.

  • Pulite i bordi dei parapolvere in gomma e le sedi in cui i parapolvere si appoggiano.

  • Rimettete il cuscinetto inferiore in posizione e infilate il perno dello sterzo dentro il cannotto (facendovi aiutare).

  • Mettete in posizione il cuscinetto superiore e imboccate la ghiera dentata facendovi aiutare da qualcuno che spinga la forcella in alto, avvitatela fino a che il tutto non è perfettamente impaccato e il segno fatto sulla ghiera coincide, fatto! Per la regolazione ripartite dal punto 6.




Un ringraziamento particolare per queste pagine va a Giorgio B. e Maxx.

 

Chi legge . . .

Abbiamo 16 visitatori e nessun utente online