Riparazione carene

Difficoltà: medio
Attrezzatura: in dotazione
Attrezzatura speciale: Collanti epossidici

Come riparare una carena danneggiata

Spesso per colpa di una macchia d'olio o del brecciolino sul selciato, o ancora peggio per colpa di qualche "ignoto", ci troviamo con le carene danneggiate. Visto che la sostituzione non costa pochi danari, e la probabilità che accada nuovamente esiste sempre, vediamo come si può porre rimedio a piccole rotture. Tutte le informazioni che seguono sono basate sia su esperienza personale diretta, che su consigli di amici della LISSTA. Ogni correzione o aggiunta è ovviamente gradita.

Continua a leggere

Filtro in spugna

Difficoltà: facile
Attrezzatura: di base
Attrezzatura speciale: pistola per colla a caldo

Come realizzare un performante filtro in spugna

Come avrai letto i filtri in spugna oliata sono particolarmente adatti al fuoristrada in quanto fermano molto bene le impurità senza "strozzare" il motore, infatti sono universalmente usati sulle moto da off.
Questo a patto di essere ben puliti e oliati, operazione relativamente semplice ed economica.

Continua a leggere

Lisstoiler

Difficoltà: medio
Attrezzatura: di base

Come costruirsi un lubrificatore di catena

Avere un attrezzo che lubrifichi la catena al posto nostro, e lo faccia soprattutto in maniera continua; Una catena correttamente lubrificata ha una durata maggiore, e una durata maggiore significa risparmiare un po' di soldi per il cambio del trittico (catena/corona/pignone). Sul mercato è possibile reperire alcuni lubrificatori automatici, il problema principale è però il costo, quindi da un po' di menti matte della LISSTA è balenata l'idea di costruirne uno, che faccia lo stesso lavoro, ma che costi veramente poco e sia realizzabile da chiunque.

Continua a leggere

Lisstoiler elettronico

Difficoltà: difficile

Realizzazione di un lubrificatore automatico per la catena della nostra moto

Autore: Emilio Braghese

Principio di funzionamento:

il sistema è gestito da una centralina di controllo la quale, tramite un micro controller opportunatamente programmato, gestisce il flusso di olio da mandare sulla catena, il segnale ricevuto dal micro tramite un sensore rheed montato indifferentemente sulla ruota ant. o post. viene elaborato per il calcolo della strada percorsa, quindi ad intervalli regolari lo stesso mette in funzione una pompa elettrica la quale provvede ad inviare una goccia di olio sulla catena.
I tempi di intervento sono variabili tramite commutatore bcd rotativo a 16 posizioni montato sul pcb (da 800mt ca a 6000mt, come da test sulla mia TA), un sensore di umidità provvede a cambiare automaticamente i tempi secondo le condizioni atmosferiche (nebbia/pioggia/sole) lo stesso si può omettere sostituendolo con un carico resistivo cosi come segue : [ 75 %rF < 20 k W, 93%rF < 100 k W, 100 %rF > 300 k W ] oppure ponticellando i due terminali, cosi' facendo verrà esclusa la funzione del sensore di umidità.

Continua a leggere

Scottoiler

Difficoltà: facile
Attrezzatura: in dotazione

Come installare lo scottoiler

Una volta aperto il pacco troviamo oltre allo serbatoio tutto il necessario per collegare lo Scottoiler: dettagliate istruzioni, diverse fascette per il fissaggio, la colla, minuteria varia l'olio.
Il fissaggio può avvenire in diversi modi e modalità a seconda del modello di moto e delle nostre predilezioni (in coda alcune foto che illustrano altre posizioni) le fotografie si riferiscono ad un modello del 1996.

Continua a leggere

Installare un tachimetro da bici

Difficoltà: facile
Attrezzatura: in dotazione
Attrezzatura speciale: Saldatore a stagno

Come installare un contakm addizionale

L'installazione di un contachilometri supplementare è molto utile sia perché quello originale è soggetto a guasti, sia per avere uno strumento più completo e preciso.

La scelta ricade molto spesso su economici ma estremamente funzionali contakm da bici. Ve ne sono di molti modelli e si prestano quasi tutti, purché abbiano la possibilità di misurare velocità superiori ai 100 all’ora (alcuni arrivano solo a 99) Evitate anche i modelli senza filo, funzionano solo sulle bici ma sulle moto la distanza e le componenti metalliche non permettono la trasmissione radio del segnale. Nelle illustrazioni è stato utilizzato un affidabile Sigma 300 il modello base della Sigma con sole tre funzioni.

Continua a leggere